Ingannato

 

Quando il tuo grembo sembrava fertile

ti ho amato.

Dentro di te era

mondo e miracolo.

Eri pieno di promesse,

d'illusioni,

di supposizioni.

Ho allungato la mano

e non ho aggrappato

nulla.

Tutto era solo

superficiale

e banale,

una riflessione

di contenuti

da me concepiti

e desiderati.